2010: ELIMINAZIONE POVERTA' - LIBERA ASSOCIAZIONE IL POPOLO



PAGINA 4-9: LE PREVISIONI DEL FUTURO

Home - Mappa del Sito


INDICE PAGINA 4-9

1. LE PREVISIONI DEL FUTURO
2. DOMANDE - RISPOSTE



1.LE PREVISIONI DEL FUTURO

La Legge sulle previsioni del Futuro dice:
- prendere sempre in considerazione tutte e cinque le possibilità: meglio, peggio, uguale, inizio e fine.
- mettere in relazione il maggior numero di dati certi possibili e verificare che non siano in contraddizione tra loro.

In base alla Legge sul Futuro e secondo i dati in nostro possesso le 5 possibilità su scala globale sono:
1. Fine. Prevalgono gli interessi di parte dei vari gruppi di potere. La situazione economica, psichica, sociale ed ambientale decade irreversibilmente nella violenza e nell'autodistruzione.
2. Peggio. La situazione precipita sempre di più finché intervengono gli eserciti imponendo la dittatura, instaurando la legge marziale, mantenendo permanentemente lo stato di guerra.
3. Uguale. Il potere procede a degli aggiustamenti che fanno mantenere la situazione in una specie di stallo caratterizzato da un sistema informativo inattendibile, da una grande ingiustizia sociale, da finte democrazie, da mobilitazioni di massa, da crisi economiche, da atti terroristici, da gesti folli, da migrazioni, da guerre, da carestie e da disastri ecologici.
4. Meglio. Si diffonde con internet la comunicazione di massa. Vengono messi in moto progressivi meccanismi di correzione fino alla regionalizzazione stile UE delle principali aree del pianeta ed alla elezione di un governo mondiale democratico.
5. Inizio. Punto di vista globale , 3 principi sociali della non-violenza , 2010: Eliminazione Povertà . Inizia una nuova fase della storia umana caratterizzata dalla non violenza, dalla scientificità e dalla prosperità.


2. DOMANDE - RISPOSTE

1. Cosa pensate degli interventi armati in difesa della pace e della democrazia?
Sono una fesseria perchè la violenza genera altra violenza.

2. Cosa proponete di diverso?
2010 Eliminazione della Povertà , Campagna Globale Per Lo Sviluppo Possibile.

3. Cosa pensate del terrorismo di matrice islamica?
Noi siamo per la costruzione di una Unione Araba. Ostacolarne la nascita è un grosso errore che alimenta l'insorgere del fondamentalismo.

4. L'ONU?
E' uno strumento di finta democrazia.

5. I no-global spaccavetrine antiamericani?
Molti gruppi violenti, non scientifici e antidemocratici difendono cause giuste come l'ambiente, i diritti e la pace.

6. E degli Americani?
Ogni popolo ha i suoi pregi e i suoi difetti. Libertà e democrazia, in assenza di amore e non violenza, non hanno alcun significato. Idem il contrario.

7. Cosa pensate dello scontro fra civiltà?
Secondo i dati in nostro possesso (basati anche sulla corrispondenza con centinaia di persone in ogni parte del mondo) non è in atto nessuno scontro fra civiltà. Le civiltà sono perfettamente compatibili fra loro. E' in atto uno scontro fra potenti lobbies con un certo predominio di quelle legate al dollaro e al progetto New Roma- Impero Mondiale Americano.

8. Cosa intendete per regionalizzazione tipo Unione Europea delle principali aree del pianeta?
Ci riferiamo in particolar modo ai Paesi arabi, l'America latina, il Sud Est Asiatico e tutta l'Africa al di sotto del Sahara. Gli Stati Uniti hanno avuto successo perchè sono una confederazione di stati. L'unione fa la forza e così sarà anche per l' Europa. Ma facciamo l'esempio dell'Africa. I confini sono stati tracciati a tavolino dalle potenze colonialiste e i conflitti etnici che la devastano ne sono ancora la principale conseguenza. Il problema non è ridefinire i confini o o il gioco di forze all'interno di un sistema di nazioni iniquo. Vanno unite le forze e garantita la dignità e la ricchezza di ogni etnia all'interno di una grande nazione Africana. L'inesistenza di una grande nazione Africa è un grande svantaggio per tutti, anche per le multinazionali delle materie prime che devono spendere un sacco di soldi per armare gli eserciti a difesa dei propri investimenti.

9. Qual'è il fenomeno in crescita che vi sconcerta di più?
La violenza sessuale. La povertà, la repressione, la propaganda ed il bisogno determinano un fiorente mercato in cui le solite lobbies gestiscono l'abuso di massa del corpo altrui. Miliardi di persone sono soggiogate allo squallidume, allo stupro ed alla perversione. Gli stessi approfittatori sono diventati le prime vittime. Quasi nessuno si cura delle conseguenze psicosociali. I giovani sono abbandonati alla disperazione ed alle malattie sessuali. L'emancipazione femminile è un ricordo ormai perso nella speranza di qualche mente illuminata. Per dare un idea, la punta dell'iceberg, in internet vengono immesse milioni di scene di sesso esplicito di ragazzi che non usano il preservativo. Questi ragazzi rischiano la vita per pochi Euro. Anzi spesso vengono convinti a farlo gratis con le solite false promesse, per motivi di vanto e di orgoglio e senza sapere di essere filmati. Ma i clienti virtuali sono molte centinaia di milioni e per le compagnie telefoniche il businesse è enorme. Anche per questo motivo siamo per la non-violenza e l'eliminazione della povertà.

10. Se gli eventi precipitassero in situazione 2 od in situazione 1, che cosa bisogna fare?
In molte parti del mondo si è già tutti in situazione 1 o in situazione 2. Per la situazione 1 bisogna procurarsi alcuni manuali di sopravvivenza, leggerseli e tenerseli a portata di mano. Nel caso ci si rendesse conto di essere morti significa che si ha perso la vita , ma non la coscienza. Per la situazione 2 non bisogna esporsi, soprattutto se si è già compromessi con il potere dominante.

11. Nel caso ci si rendesse conto di essere morti, cosa proponete di fare?
Fino al 2010 per noi il primario deve essere l'eliminazione della povertà, quindi noi suggeriamo di fare in ogni caso quello che proponiamo nella pagina del nostro sito ATTIVAZIONE IMMEDIATA.

12. Cosa intendete per emancipazione femminile?
La maggior parte dei comportamenti umani sia a livello personale che a livello sociale sono determinati da scelte che si fanno in base ad interpretazioni degli impulsi che il corpo fornisce alla coscienza. Per emancipazione femminile intendiamo quindi una società che valorizzi sia gli impulsi generati dal corpo femminile, che da quello maschile. Per esempio:
- la morbidezza e la durezza
- la rotondità e la quadratura
- l'accoglienza e la penetrazione
- l'intelligenza e la forza
- la pulizia e il disordine
- la confusione e l'ordine
- l'insegnamento e l'apprendimento
- il dolore ed il piacere
- la parte e l'insieme
- il bene e il male
- il bisogno ed il desiderio
- la giustizia e il rispetto
- l'uguaglianza e la diversità
- la vita e la morte
- l'odio e l'amore
- Dio e Satana.
Di certo non crediamo alla barzelletta che la parità dei sessi è determinata dal fatto che anche le donne facciano il soldato. Stiamo parlando di una vera e propria rivoluzione, la creazione di nuove condizioni mentali su cui la coscienza possa operare scelte storicamente adeguate. il punto di vista globale .

13. Il turismo sessuale?
Ci son tanti tipi di turismo sessuale. Chi non è andato in vacanza al mare con la speranza di cuccare? Fin qui nulla di male. Però a noi risulta anche che negli ultimi anni milioni di persone siano andati in vacanza in luoghi "esotici" per motivi riguardanti l'abuso su minori di anni 14. A volte si discute di un caso specifico di pedofilia e di un gruppetto di 10-15 pedofili. I pedofili nel mondo sono decine di milioni. Se non si cambiano in fretta a livello globale le condizioni sociali di povertà, punizione dei colpevoli e giustificazione della violenza, fra le tante cose, nei prossimi anni ci saranno alcuni milioni di bambini "esotici" probabilmente sieropositivi, nel frattempo cresciuti, alla ricerca della soddisfazione del proprio bisogno di giustizia. In quali forme è difficile poterlo immaginare. Ma in generale è uno dei tanti modi possibili in cui si rischia di finire in situazione 1. Per evitare il disastro bisogna fare un piccolo cambiamento. Le persone che sbagliano vanno aiutate: ovunque bisogna passare rapidamente dal sistema punitivo al sistema rieducativo.

14. Se ci sarà l'inizio di una nuova epoca, la svolta, in che momento avverrà?
Ma tu lo sai che:
1.Gli eserciti sono la più grande risorsa dell'umanità.
2. Il punto di svolta della storia umana avverrà quando gli eserciti non verranno più utilizzati per scopi di guerra, peace keeping, lotta alla criminalità o difesa dei luoghi del potere, ma nel sostegno delle popolazioni bisognose, nella costruzione delle grandi opere e per le emergenze di ogni tipo.
3.Il più grande busineess del mondo sono le forniture agli eserciti e questo sin dai tempi di Tutankamen e Nabucondosor. Prova a pensarci: le gavette, i berrettini, le mostrine, le scarpette per ogni stagione, il pugnalino, il pugnaletto, la baionetta lunga, la baionetta corta, la baionetta media, il coltello, il coltellino, il coltellone, lo zainetto, lo zaino, la provvista k, la magliettina verde...
4.Utilizzando gli eserciti per scopi umanitari, si garantirebbe il lavoro ai militari di professione, ai dipendenti delle industrie belliche e la continuazione del business agli industriali che se lo sono accaparrato.
5. Al posto dei missili si potrebbero costruire attrezzature ospedaliere, trattori e mezzi di produzione da regalare o vendere a rate senza interessi in percentuale sul reddito prodotto alle popolazioni bisognose e che gli eserciti potrebbero insegnare ad utilizzare rilanciando l'economia dei paesi poveri e di tutto il mondo.
6.Che sarebbe bello se non si combattesse più nella realtà e la guerra potesse essere trasformata in una disciplina sportiva con tanto di medaglie olimpiche.
7. In questo modo le popolazioni sarebbero contente, i bambini pure, le donne, i giovani e gli anziani ancor di più. Tutti sarebbero contenti, trionferebbe l'amore e la vita sarebbe una festa.
8. Questa sarebbe una tipica applicazione della Legge Schietti, il primo principio sociale della non-violenza.
9. In questa direzione la Libera Associazione il Popolo promuove la Internet Campaign L'ESERCITO DELL'AMORE.

15. In cosa consiste la crisi dell'economia monetaria?
Per via della competizione selvaggia, per ridurre i costi diminuiscono gli stipendi e diminuendo gli stipendi dimuiniscono i capitali destinati all'acquisto dei prodotti. Diminuendo i prodotti acquistati diminuisce la produzione. Diminuendo la produzione diminuiscono gli utili ed aumentano le spese e bisogna diminuire gli stipendi. Per la risolvere la crisi economica bisogna aumentare gli stipendi e vendere a rate senza interessi prodotti che generino reddito e che quindi possono essere ripagati con il reddito che essi generano. Per capire meglio si tratta di mettere in atto le risoluzioni della campagna globale per lo sviluppo possibile 2010: Eliminazione Povertà .

16. Cosa pensate di internet?
La musica, il cinema e la televisione hanno prodotto sonno e alterazioni psichiche, un po' come le religioni: miliardi di persone che giravano per il mondo in dormiveglia senza rendersi conto di niente. Sono stati poco più che una serie di immagini e suoni senza percezione tattile, stridenti con la vita reale che di contrasto producevano voglia di dormire o andare in giro come degli ossessi in preda a deliri di ogni genere. Internet può produrre il passaggio diretto dal dormiveglia delirante alla schizofrenia collettiva. Una specie di paradosso esistenziale in cui da una parte c'è un mondo virtuale di felicità, protagonismo e libertà e dall'altra un mondo reale di violenza, sfruttamento e distruzione. Internet è figlio dei tempi in cui viviamo e la prosecuzione in meglio o in peggio di ciò che finora è sempre stato. Se internet diverrà parte integrante della realtà, se internet contribuirà all'affermazione del punto di vista globale, allora internet sarà uno dei principali mezzi della più grande rivoluzione di sempre. Altrimenti diverrà dopo le religioni, il cinema e la televisione, un nuovo tipo di droga, uno strumento di compensazione della realtà. Uno dei tanti modi per andare via via verso il punto 1, quello della fine, sognando di essere felici.

17.E di chi lotta contro la povertà?
Innanzi tutto chiariamo che ci son tanti modi per lottare contro la povertà. Eliminazione della povertà è un concetto che comprende il rilancio dell'economia, la lotta all'analfabetismo, piuttosto che alla malaria, alla fame o alla violenza. Chiunque sia impegnato in un'attività di volontariato, ma anche chiunque sia giustamente retribuito per un lavoro utile a tutti, si può dire che stia lottando contro la povertà. Anche chi paga le tasse finanzia la sanità, l'educazione, la cooperazione internazionale e perciò l'eliminazione della povertà. Certo un particolare pensiero ed elogio va rivolto verso chi lo fa mettendo a repentaglio la propria vita in situazioni al di là del normale limite di accettazione. Ecco queste persone sono i grandi eroi della nostra epoca, sono tantissime e meriterebbero di avere tutti i giorni i titoloni dei giornali e delle TV. Altro che i terroristi, i falchi e i burocrati. Per noi che stiamo soffrendo, per noi che non ce la facciamo proprio più, per noi, la grande maggioranza degli esseri umani sul pianeta Terra, i nostri eroi sono loro e il nostro primo grande abbraccio, il nostro primo sincero ringraziamento va a ciascuno di loro. Grazie!

18.Qual'è il vostro punto di vista sull'operato della Banca Mondiale e dell'FMI?
Avendo il problema di dover ubbidire innanzi tutto alle lobbies legate al dollaro hanno adottato politiche esclusivamente a loro vantaggio inanellando una serie impressionante di decisioni sbagliate che hanno impoverito miliardi di esseri umani: popoli, nazioni e continenti interi. In ogni luogo c'è conflitto sociale, lotta tra poveri, distruzione del tessuto solidale, ricerca della propria sopravvivenza personale a discapito dell'insieme. Di fatto si è tutti contro tutti e nessuno si può più fidare di nessuno. Di conseguenza si è generato che ai vertici politici, economici e militari e soprattutto della Banca Mondiale e dell'FMI siano arrivate persone che badano solo al loro interesse personale a discapito dell'organizzazioni di cui fanno parte e dell'insieme sociale. Per venirne fuori non è importante sostituire questi vertici con altri magari peggio di loro, ma bisogna applicare le risoluzioni di 2010: Eliminazione Povertà .


POSTA




Libera Associazione il Popolo

Home - Mappa del Sito





Libera Associazione il Popolo

2010: ELIMINAZIONE POVERTA' 2/9 3/9 4/9 6/9
2010: POVERTY ELIMINATION 2/9 3/9 4/9 6/9
2010: ELIMINAÇÃO POBREZA 2/9 3/9 4/9 6/9
2010: ELIMINATION PAUVRETE 2/9 3/9 4/9 6/9
2010: ELIMINACIÓN POBREZA 2/9 3/9 4/9 6/9
2010: УНИЧТОЖЕНИЕ БЕДНОСТИ 2/9 3/9 4/9 6/9
2/9 3/9 6/9 2010 : القضاء على الفقر